Qual è il prodotto migliore per trattare gli sciami naturali?

Ho letto l'articolo che spiega l'utilizzo dell'acido lattico nella lotta contro la varroa e mi chiedevo se non potesse risultare valido nel trattare gli sciami il giorno dopo la cattura quando sono ormai sui favi, ma non hanno ancora la covata.
Eventualmente quale altro prodotto ad uso istantaneo mi consigliesti per trattare gli sciami appena catturati?
Attendendo risposta e ringrazio per l'attenzione.
Dario

Assolutamente l'acido ossalico spruzzato, da utilizzare nella stessa modalità d'uso dell'acido lattico. Si tratta di diluire 30 grammi di acido ossalico in un litro di acqua tiepida e introdurlo in un spruzzatore tipo quello che viene utilizzato per bagnare le foglie delle piante da giardino. Poi si estraggono i telaini ad uno ad uno e gli si somministrano tre spruzzate per facciata di favo, in modo che tutte le api siano colpite dalle goccioline. Conviene, però, aspettare un po' più di tempo, per non rischiare di disturbare troppo lo sciame quando si sta adattando all'arnia, senza arrivare però all'ottavo giorno dalla raccolta dello sciame, quando qualche varroa porebbe già essere all'interno della covata pronta per essere opercolata.
Io faccio così e mi trovo benone.
Marco

Scritto il . Pubblicato in Contributo lettori

Stampa